la sede espositiva dell'Ecomuseo dell'acqua

Il cuore dello spazio museale è un fabbricato rurale tradizionale (ex stalla-fienile tipica della pianura bolognese), finemente ristrutturato che ospita al piano terra un'area espositiva dedicata alla storia del territorio circostante attraverso un'esposizione di strumenti riguardanti la vita contadina e la bonifica del Novecento, un plastico interattivo che riproduce in scala ridotta il territorio del bacino tra Reno e Panaro, un teatrino automatizzato sulla storia del territorio e tre punti informativi multimediali aventi per oggetto la storia della bonifica, l'acqua al servizio dell'uomo e un gioco didattico informativo.
L'itinerario prosegue al piano superiore, nell'area dedicata all'ecosistema vivente tipico delle aree umide, accompagnato da pannelli fotografici e cartografici ispirati al ciclo dell'acqua.
Convegni, manifestazioni e altri eventi speciali possono essere ospitati nella sala convegni al primo piano dell'edificio, dotata di strutture multimediali (videoproiettore, impianto audio) con 60 posti a sedere, mentre al piano terra, oltre all'area espositiva stabile del museo legata al tema del sistema idraulico e della bonifica, è stata ricavata nella suggestiva antica stalla (con voltine e colonne di mattone a vista) una sala dotata di 40 posti a sedere e servita da una cucina industriale.

E' disponibile un ampio parcheggio, in parte ghiaiato, in parte a prato, schermato dalle siepi circostanti.
Enti pubblici, realtà imprenditoriali presenti sul territorio, associazioni di volontariato e non che nel loro statuto non hanno finalità politiche e/o partitiche possono fare richiesta per utilizzare i luoghi dell'Ecomuseo per organizzare eventi come convegni, seminari, conferenze, corsi di formazione nonche iniziative a carattere storico, culturale, sociale, ricreativo, ambientale, di promozione del territorio, dell'agricoltura e delle attività produttive.

Original template by a4joomla